BLOG

CHE FREDDO! OCCHIO AI GELONI!

ONDATA DI FREDDO DOPO L’EPIFANIA! PROTEGGI LE TUE MANI!

Mancano solo pochi giorni all’inverno e, oltre ai classici malanni come influenza e raffreddore, a subire i danni del freddo è anche la tua pelle, specie quella delle mani. Arrossamenti, screpolature, ragadi e nei casi più gravi possono comparire dolorosi geloni: la pelle delle tue mani inizia ad arrossarsi e ad assumere alle estremità delle dita una colorazione bluastra e a diventare dolente al tatto.

Che fare? Vediamo insieme qualche accorgimento per prevenirli e consiglio per trattarli.

 

La causa principale di questo disturbo in realtà non è il freddo in quanto tale ma il passaggio repentino da una lunga esposizione a basse temperature ad un ambiente caldo: questo provoca una rapida dilatazione dei piccoli capillari che irrorano le dita, con conseguente arrossamento, prurito, vesciche ed edema dovuto alla fuoriuscita di componenti ematiche nei tessuti compromessi.

Le vittime prescelte sono le donne e i bambini che più spesso soffrono di problemi circolatori, ma anche persone affette da patologie autoimmuni a carico del tessuto connettivo e per chi lavora sempre a contatto con l’acqua (baristi, parrucchieri, addetti alle pulizie) i geloni diventano una malattia professionale.

Come prevenirli?

  • In inverno non lasciare mai le mani scoperte ma proteggile con caldi guanti ed evita gli sbalzi di temperatura: dopo lunghe esposizioni al freddo, riscaldale, ma fallo in modo graduale!
  • Dopo esserti lavato le mani asciugale bene: la pelle umida o addirittura bagnata favorisce la comparsa di ragadi e geloni.
  • Occhio all’alimentazione: via libera ad alimenti ricchi di vitamina C, che mantiene la pelle elastica e garantisce il benessere del microcircolo e vitamina E, che favorisce il ripristino della barriera cutanea.
  • Usa quotidianamente creme mani molto idratanti per pelli secche e disidratate: un’adeguata idratazione, infatti, protegge le mani da screpolature ed arrossamenti e se svolgi professioni manuali preferisci creme ad azione barriera.

E in caso di comparsa di geloni come comportarsi?

  • Fai impacchi alle mani con creme a base di calendula, arnica, ed aloe ad azione lenitiva, disinfiammante e riparatrice.
  • Utili risultano essere gli eparinoidi per uso topico, che alleviano l’edema dei tessuti.
  • Nei casi più gravi, soprattutto nei soggetti maggiormente predisposti, si può consigliare una terapia antiaggregante a base di acido acetilsalicilico, per favorire la fluidificazione del sangue e migliorare il microcircolo o se preferisci optare per la via naturale si possono assumere integratori a base di Ginko Biloba, noto per migliorare la microcircolazione cerebrale e la memoria, ma anche come antiaggregante naturale e fluidificante del sangue.

IN INVERNO PRENDITI CURA DELLE TUE MANI!

 

ASPIRINA 325MG 10 CPR

EUBELL GELON CREMA

FLEBS CREMA

GINKO BILOBA 60 VEGICAPS SOLGAR

BIOPOMATA CALENDULA

NUTRAPLUS IDROREPELLENTE MANI

NUTRAPLUS RIGENERANTE MANI

DERMOVITAMINA RAGADI-GELONI