CETIRIZINA MY 7 COMPRESSE RIV 10MG
Rated 3.5/5 based on 11 customer reviews
CETIRIZINA MY 7 COMPRESSE RIV 10MG


Immagine esemplificativa, il prodotto potrebbe differire

Cetirizina my 7 compresse riv 10mg

Disponibilità:
Disponibilità: In riassortimento
Disponibilità: Disponibile
  • Minisan del prodotto: 037713043
€2.93 €4.30

Specialisti del tuo benessere

DENOMINAZIONE CETIRIZINA MYLAN GENERICS COMPRESSE 10 MG CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA Anti-istaminici per uso sistemico.
...
PRINCIPI ATTIVI: Una compressa rivestita con film contiene cetirizina dicloridrato mg 10. ECCIPIENTI Nucleo delle compressa: lattosio monoidrato, amido di mais pregelatinizzato, povidone K29/32, magnesio stearato. Rivestimento della compressa: talco opadry Y-1-7000, titanio diossido (E171), ipromellosa 5cP (E464), macrogol 400. INDICAZIONI Adulti ed adolescenti oltre i 12 anni: trattamento sintomatico della rinite allergica (stagionale e perenne), associata a congiuntivite allergica ed ad orticaria cronica idiopatica. Bambini di 6-12 anni: trattamento sintomatico della rinite allergica (stagionale e perenne) ed orticaria cronica idiopatica. CONTROINDICAZIONI/EFF.SECONDARI Ipersensibilita' alla cetirizina o uno qualsiasi degli eccipienti della preparazione cosi' come agli altri derivati piperazinici. Il farmaco e' controindicato nei bambini al di sotto di sei anni. Pazienti con grave compromissione renale. POSOLOGIA Il medicinale deve essere assunto con del liquido e non deve essere masticata, preferibilmente alla sera. Adulti ed adolescenti oltre i 12 anni: una compressa al giorno. Bambini di 6-12 anni di peso inferiore a 30 kg: mezza compressa (5 mg) una volta al giorno. Ragazzi di 6-12 anni di peso uguale o superiore ai 30 kg: 1 compressa (10 mg) al giorno assunta come singola dose o mezza compressa (5 mg) assunta due volte al giorno (mattino e sera). La durata del trattamento nei bambini e' 2-4 settimane. Le sperimentazioni cliniche nei bambini non hanno superato le 4 settimane. Cetirizina e' controindicata in pazienti con grave compromissione renale. In pazienti con compromissione renale moderata la dose deve essere aggiustata a 5 mg (mezza compressa/die). Si raccomanda cautela in pazienti con compromissione renale da lieve a moderata o con alterata funzionalita' epatica. Non vi e' evidenza che la dose debba essere modificata negli anziani sani. La durata del trattamento puo' variare secondo i sintomi. Per il trattamento della febbre da fieno solitamente 3-6 settimane sono sufficienti. Per il trattamento con cetirizina dicloroidrato nell'orticaria cronica o nella rinite allergica cronica esiste un esperienza clinica di 1 anno. CONSERVAZIONE Questo medicinale non richiede alcuna speciale condizione di conservazione. AVVERTENZE In alcuni pazienti il trattamento a lungo termine con cetirizina compresse puo' portare ad un aumento del rischio di carie dovuto alla secchezza della bocca. I pazienti devono pertanto essere informati sull'importanza dell'igiene orale. Con funzionalita' renale ed epatica compromesse, l'eliminazione della cetirizina puo' essere a sua volta compromessa. Si raccomanda cautela quando si somministra cetirizina a questi pazienti Cetirizina puo' potenziare gli effetti dell'alcool. Pertanto si raccomanda cautela nell'uso concomitante di alcool. Si raccomanda cautela nell'uso concomitante di depressivi del SNC. Il farmaco contiene lattosio monoidrato. Pazienti con rari problemi ereditari di intolleranza al galattosio, deficienza di Lapp- lattasi o malassorbimento di glucosio-galattosio non devono assumere il medicinale. INTERAZIONI Test allergologici: l'uso di cetirizina deve essere sospeso tre giorni prima di eseguire test allergologici. Cetirizina puo' potenziare gli effetti dell'alcool. Pertanto si raccomanda cautela nell'uso concomitante di alcool. Si raccomanda cautela nell'uso concomitante di depressivi del SNC. EFFETTI INDESIDERATI Secchezza delle fauci, cefalea, capogiri, sonnolenza in bambini ed adulti, agitazione, disturbi addominali e digestivi. Sono stati osservati: casi di disturbi reversibili della funzione epatica (epatiti, aumento delle transaminasi), convulsioni epilettiche, trombocitopenia, palpitazioni, tachicardia, sincope, convulsioni epilettiche, aumento di peso. Cetirizina puo' causare crisi oculogiriche, specie in pazienti di eta' pediatrica. Eccezionalmente sono stati riportati casi di reazioni allergiche come reazioni cutanee e di edema di Quincke. GRAVIDANZA E ALLATTAMENTO I dati su un limitato numero esposizioni al farmaco in gravidanza indicano la mancanza di effetti avversi della cetirizina sulla gravidanza o sulla salute del feto o del neonato. Ad oggi non sono disponibili altri dati epidemiologici rilevanti. Studi sugli animali non indicano effetti dannosi diretti o indiretti con riferimento a gravidanza, sviluppo embrionale/fetale, parto o sviluppo post-natale. Si raccomanda cautela nel prescrivere il farmaco a donne gravide. Non sono disponibili dati sull'escrezione della cetirizina nel latte umano. La cetirizina deve essere evitata durante l'allattamento.