BLOG

ATTENZIONE AL PIEDE D’ATLETA

Piede d’atleta: di cosa si tratta?

Dal nome si potrebbe pensare ad un disturbo che colpisce solo gli sportivi, ma è sbagliato: il “piede d’atleta”, specialmente d’estate, può colpire chiunque, adulti ma anche frequentemente i bambini.

Vediamo insieme di cosa si tratta e come prevenirlo e curarlo.

Il “piede d’atleta” altro non è che un’infezione micotica provocata da dermatofiti che, a causa di un’eccessiva sudorazione, si insediano tra le dita dei piedi, dove è più facile l’attecchimento, ma anche sulla pianta del piede.

Il piede colpito da questo disturbo appare arrossato nel punto colpito, spesso appaiano screpolature, tagli e a volte anche piccole vescicole, il tutto “condito” da un fastidioso bruciore, prurito e cattivo odore. E spesso anche le unghie non vengono risparmiate, sfaldandosi e cambiando sia di aspetto che di colore.

L’umidità è il complice numero 1 del piede d’atleta

Evitate il contatto prolungato con i pavimenti delle docce, delle saune, degli spogliatoi ed in genere di tutti quegli ambienti caldo-umidi che rendono più facile l’infezione e attenzione a camminare a piedi nudi in spiaggia o a bordo piscina dove il rischio contagio è più alto.

Perché si manifesta soprattutto in estate?

E’ normale: infatti, in estate, la sudorazione diventa più intensa e questo favorisce la “macerazione” della pelle, rendendola più facilmente aggredibile.

Come si può curare?

Innanzitutto non c’è da preoccuparsi: l’infezione, infatti, può essere banalmente curata applicando creme, spray o polveri a base di antimicotico e deve essere combinata con l’uso di prodotti che bloccano l’eccessiva sudorazione.

Nei casi più difficili, quando si formano tagli o essudati, diventa necessario intervenire anche con un agente antisettico.

Per evitare spiacevoli rischi di contagio sarebbe meglio evitare la frequentazione di piscine e non scambiarsi asciugamani, teli da mare e ciabatte da spiaggia.

Vai alla lista dei prodotti promo suggeriti!